La scelta del violoncello

La scelta del violoncello
0 Flares 0 Flares ×

Si impara a suonare il violoncello partendo dalle versioni frazionate, soprattutto quando si inizia da piccoli, prima di arrivare al modello 4/4 “Full Size”, passa un po’ di tempo e diversa esperienza accumulata.

Quando arriva il momento di scegliere un violoncello 4/4 è bene sapere cosa cercare, arrivando a suonare questi strumenti ci sono più modelli tra cui scegliere, soprattutto di migliore qualità, una gamma molto ampia di proposte molto variabili nel prezzo è quindi importante capire bene come muoversi per spendere bene i propri soldi.

I violoncelli sono disponibili in una grande quantità di modelli, il più popolare è di gran lunga lo “Stradivarius”, nel corso degli anni, circa 300, ha dimostrato di essere il più apprezzato per le sue caratteristiche, ha delle dimensioni molto gestibili, non risulta quindi troppo esigente fisicamente ed allo stesso tempo permette di suonare con un ampio spettro di esigenze tonali.

La realizzazione di un violoncello varia da liutaio a liutario, ma più tradizionalmente si utilizzano piani in legno di abete, collo, fianchi e schiena in acero, mentre per le tastiere si utilizza legno di ebano, esistono anche modelli che vengono realizzati con materiali plastici, ma questi hanno ovviamente timbriche differenti rispetto ai classici modelli in legno.

Prima di scegliere il violoncello sarebbe ideale poterlo provare negli ambienti in cui si ha più familiarità con le sonorità, come ad esempio il proprio studio domestico, conoscendo i toni acustici della stanza, zona, ambiente, studio, si riesce a capire se lo strumento è adatto per le proprie esigenze.

Le combinazioni vincenti delle corde di violoncello

La scelta del modello di violoncello e delle relative corde non è semplice, ognuno ha le proprie preferenze sia in termini acustici, ma soprattutto in base alle proprie caratteristiche e capacità personali, un marchio non va bene per tutti.

Se non si sa quali tipi di combinazioni scegliere per le corde del violoncello è bene chiedere ad un collega, all’insegnante, al maestro, ad un amico musicista, farsi dire come mai hanno scelto quel tipo di corda e non un altra, si accumula esperienza per poter scegliere la giusta combinazione di corde.

Corde economiche per violoncello

Il termine “a buon mercato” ha un valore soggettivo in base alle proprie disponibilità economiche, ci sono corde per violoncello poco costose, ma di valore per le vostre possibilità finanziarie, ci vuole un sacco di tempo per scegliere le corde migliori per il proprio strumento ed il proprio stile, bisogna provare e riprovare, per chi ha un discreto budget il problema non sussiste, per chi ha dei limiti molto bassi è il caso di partire con l’uso di corde più economiche come i modeli Prelude ed Helicore di D’Addario oppure i modelli Kaplan, combinando diverse possibilità si possono acquistare corde per violoncello a basso corso pur avendo un buon grado di qualità.

La scelta migliore rimane comunque dettata dalla combinazione dalla tipologie del violoncello, dalle richieste musicali del violoncellista ed ovviamente dal valore del budget.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *