Curare l’ipertensione in gravidanza: 3 metodi efficaci

Curare l’ipertensione in gravidanza: 3 metodi efficaci

L’ipertensione arteriosa in gravidanza costituisce una condizione davvero rischiosa perché può bloccare la crescita del bambino e portare, addirittura, alla sua morte. In questo articolo verrai a conoscenza dei sintomi, delle cause e dei 3 rimedi più efficaci per contrastare questo problema molto comune.

Ipertensione in gravidanza.

L’ipertensione in gravidanza è una condizione specifica della gestazione che colpisce il 20/25 per cento delle donne ed è caratterizzata da un aumento dei valori della pressione arteriosa, accompagnato da alterazioni del flusso sanguigno, che possono progredire verso lo stato compulsivo, definito eclampsia. Questa condizione, essendo uno dei problemi più comunemente riscontrati in fase di gravidanza, deve essere diagnosticata e costantemente monitorata durante tutto il periodo di maternità, poiché rappresenta un fattore di grande rischio per il feto.

Generalmente l’ipertensione in gravidanza si manifesta attraverso i seguenti sintomi:

  • mal di testa
  • vista sfocata
  • eccessiva ritenzione idrica
  • gonfiore al viso, alle gambe ed alle braccia
  • a volte, addirittura, presenza di edemi e lividi in alcune parti del corpo.

Le cause di questo problema sono ancora sconosciute. Gli studiosi le riconducono, generalmente, ad alcuni fattori di rischio, tra cui l’aver precedenti in famiglia, l’età (nelle adolescenti e nelle donne con più di 35 anni), l’essere alla prima gestazione. Anche l’obesità ed il diabete rappresentano due importanti fattori di rischio.

Sicuramente, non essendo ancora note le cause, è molto utile seguire alcuni metodi per prevenire l’ipertensione gestazionale, oltre ad una diagnosi precoce.

Come si cura l’ipertensione gestazionale?

Qui di seguito ti consigliamo 3 metodi efficaci per prevenire, curare e tenere sotto controllo questo pericoloso disturbo.

  1. Stop agli eccessi alimentari.

Nel caso tu abbia la pressione costantemente alta e ti sia stata diagnosticata l’ipertensione, è probabile che ti vengano prescritte delle diete per garantirti un’equilibrata alimentazione. Da numerose ricerche è stato constatato che, già adottando queste misure, l’ipertensione migliora notevolmente.

La dieta contro l’ipertensione in gravidanza prevede, sostanzialmente, l’eliminazione quasi totale dell’alcol, del caffè e, soprattutto, del sale da cucina. In particolare, per quanto riguarda il sale, è molto utile, quando si va a fare la spesa, leggere bene le etichette ed evitare quegli alimenti che sono troppo saporiti e salati.

Questa dieta deve prediligere, piuttosto, gli alimenti che contengano quei tre minerali in grado di controllare la pressione sanguigna, ovvero il calcio, il magnesio ed il potassio. Sicuramente una dieta ricca di alimenti sempre freschi e cereali integrali, frutta, verdura e latticini a basso contenuto di grassi, è un valido aiuto per prevenire il peggioramento dell’ipertensione.

  1. L’importanza dell’esercizio fisico

Le evidenze scientifiche affermano che il movimento in gravidanza non fa assolutamente male ! L’attività fisica e la riproduzione sono eventi ordinari nella vita e, per una donna incinta che effettua esercizi giornalieri, non possono essere altro che benefici.

Basta fare, ogni giorno, 30 minuti di attività fisica (passeggiata, nuoto o ginnastica dolce) per avvertire, in poco tempo, i primi miglioramenti. La semplice camminata favorisce il naturale abbassamento della pressione e previene l’acutizzarsi dell’ipertensione in gravidanza. Quindi via libera allo shopping e alle passeggiate con le amiche del cuore!

  1. Basta stress e preoccupazioni

Il benessere mentale della mamma nel corso della gravidanza è indispensabile sia per abbassare l’ipertensione sia per il benessere del nascituro. Mettiti quindi al riparo da stress e preoccupazioni! Molti studi evidenziano che un’attitudine positiva, ottimismo ed autostima siano un ottimo rimedio per evitare la coagulazione ed alterazioni del flusso sanguigno.

Presta, inoltre, attenzione allo stile di vita: i ritmi del sonno ed il riposo vanno accuratamente controllati.

Nel caso di accertata diagnosi di ipertensione gestazionale, il medico potrebbe consigliarti un trattamento farmacologico. Il labetalolo Salf, prodotto da un laboratorio farmacologico in provincia di Bergamo, è un ottimo farmaco antipertensivo che riduce la resistenza al passaggio del sangue nelle arterie e i possibili effetti collaterali della vasodilatazione nel cuore.

Previeni i sintomi dell’ipertensione in gravidanza con una buona dieta, del movimento ed allontanando le situazioni di stress. Vedrai, sin da subito, gli effetti benefici di questo nuovo stile di vita.