Menopausa: i sintomi più comuni

Menopausa: i sintomi più comuni

Donne e menopausa, un binomio che a una certa età diventa inevitabilmente inscindibile. A legarle sono i profondi cambiamenti ormonali che non sono certo senza conseguenze. Ma come riconoscere se si è davvero entrate in questo periodo della vita? Basta conoscere i sintomi più comuni e comportarsi di conseguenza cercando di rendere meno fastidiosi i normali disturbi che porta con sé.

La menopausa è per ogni donna un momento di difficile comprensione, spesso non accettato perché le profonde modifiche ormonali portano alla cessazione dell’attività ovarica, del ciclo mestruale e della vita fertile. Dai 45 ai 53 anni tutte le donne entrano in questa fase che non è certo una malattia, ma il naturale decorrere della vita femminile scandita da sempre da tappe più o meno importanti. Per il 60% circa delle donne l’età media è 51 anni.

La menopausa non è priva di sintomi, anzi sono proprio questi a permettere di capire se si tratta davvero di menopausa, anche se spesso viene confusa con altri disturbi.

Il primo dei sintomi e il più rilevante è quello dei cambiamenti del ciclo mestruale che può essere più abbondante rispetto a quello normale mensile o più scarso, può variare la pausa tra un ciclo e l’altro o può addirittura cessare, in questo caso si parla di amenorrea.

Chi non ha mai sentito parlare di vampate di calore? Sicuramente uno dei campanelli di allarme a cui far molta attenzione se siamo vicine all’età in cui potrebbe manifestarsi la menopausa. Vampate che comportano non soltanto sudorazione già fastidiosa di per sé, ma anche malessere generale in particolare quando si è in mezzo alla gente. Ed è proprio la sudorazione a creare disagi durante le ore notturne quando le vampate peggiorano. Questo porta a un altro sintomo che è quello dei disturbi del sonno; la donna non dorme o dorme male e poco, spesso con risvegli più o meno lunghi che la portano a decidere di alzarsi e rinunciare a dormire. Ciò comporta disagi anche di giorno perché si sente stanca e spossata.

Come se non bastassero, ad accompagnare le donne in menopausa ci sono anche i cambiamenti della pelle che spesso diventa secca, quelli della sfera sessuale con il calo della libido, i disturbi dell’umore, il mal di testa, i dolori articolari e molti altri. Tutto questo dipende dagli ormoni che cambiano repentinamente comportando grandi squilibri nella vita psicofisica di ogni donna che deve fare attenzione a non cedere e reagire nel giusto modo, senza farsi sopraffare da quelle che sono le normali, seppur destabilizzanti, sensazioni.

I sintomi della menopausa però non sono gli unici elementi che permettono di capire se si sta vivendo davvero questo periodo, a rendere più sicura la diagnosi ci sono degli esami del sangue a cui potersi sottoporre, precisamente si tratta di quelli del Tsh, l’ormone follicolo stimolante e del 17beta estradiolo (estrogeni), oltre che a una ecografia pelvica o transvaginale per controllare ovaie e utero.

In ogni caso la menopausa viene accertata soltanto dopo dodici mesi consecutivi di assenza di ciclo mestruale.