Rettifica efficace dei pavimenti in calcestruzzo

Rettifica efficace dei pavimenti in calcestruzzo

La lucidatura di un pavimento in cemento prevede diverse fasi di lavorazione, trattamento e appunto rettifica, in quest’ultima vengono messe in opera le attività necessarie per preparare la superficie alla lavorazione finale ed ottenere il grado di levigatura e lucentezza desiderato.

Questa velocissima guida è dedicata a chi vuole “fare da se” ovvero noleggiare i macchinari per la lucidatura dei pavimenti in calcestruzzo, senza affidarsi ad un professionista.

Ci sono così tante variabili che possono influenzare il risultato finale, sul sito www.levigitalia.com puoi avere maggiori dettagli in merito, serve essere preparati alle difficolta ed agli intoppi che possono presentarsi durante le lavorazioni, è anche importante avere qualche asso nella manica a disposizione per superare brillantemente gli ostacoli.

Abbiamo compilato una breve lista di suggerimenti che rispondono ad alcune delle domande più frequenti riguardanti la rettifica efficace, questi suggerimenti ti aiuteranno a ottimizzare il tuo lavoro e raggiungere il risultato desiderato.

  1. Per prima cosa assicurati di utilizzare gli utensili corretti per il pavimento che devi lavorare, lavorare con quelli sbagliati vuol dire aumentare la probabilità di usurarli prematuramente, finirai per dover spendere molto di più di quanto dovresti, e ci vorrà molto più tempo, il tuo guadagno si polverizzerà come il cemento che stai lavorando.
  2. Gettare della di sabbia sulla lastra prima della molatura, specialmente se sulla superficie sono rimasti residui appiccicosi. La grana extra aiuterà ad aprire i segmenti diamantati sulla tua attrezzatura e ad agire come abrasivo aggiuntivo.
  3. Se si utilizza una smerigliatrice “multidirezionale”, invertire la direzione di rotazione delle teste di tanto in tanto per riaprire gli utensili diamantati. Questo ti aiuterà a ottenere il massimo possibile dalla tua attrezzatura e ti aiuterà anche a prevenire graffi e usura consistenti.
  4. Se la tua attrezzatura si è vetrificata o è diventata inefficace, spostati e lavora su un una nuova parte del cemento ancora grezza, inizia a macinare per riaprire i diamanti. Questo può essere particolarmente efficace quando si rimuovono adesivi o rivestimenti.
  5. Il pre-ammollo della lastra aiuterà a mantenere una temperatura superficiale inferiore del calcestruzzo e degli utensili. Ciò contribuirà a mantenere gli strumenti diamantati funzionanti in modo efficace. È particolarmente indicato nei climi più caldi o quando la lastra può essere soggetta a ambienti di lavoro dalle temperatura elevate.
  6. Inizialmente, lasciare il raccoglitore di polvere su una potenza inferiore in modo che possa accumularsi un po’ sotto la macchina. Ciò consentirà ad alcune particelle di aiutare ad aprire i tuoi utensili diamantati. Questo può anche essere molto utile quando si rimuove un adesivo molto “appiccicoso”, perché la polvere si mescola con il residuo. Questo aiuta a mantenere gli utensili puliti e a farli funzionare al meglio.

Questi sono solo alcuni dei consigli che ci sentiamo di dare per chi si occupa della levigatura di pavimenti industriali, soprattutto per chi ha deciso di sfruttare il fai da te noleggiando i macchinari e le levigatrici necessarie.

Essendo alle prime armi, molto spesso si incappa in errori che possono influenzare le prestazioni ed il risultato finale, con questo nostro piccolo aiuto sicuramente puoi ottenere una superficie migliore.